Concorso Fotografico: 100% Veri Campeggiatori
Professionisti, amatori, neofiti o dilettanti. 100% Veri Campeggiatori è un concorso aperto a tutti i viaggiatori che hanno fermato su una fotografia un episodio, una situazione, un’esperienza in sintonia con il tema delle vacanze all’aria aperta. Tende, sacchi a pelo, zaini, camper, caravan e amache… non importa quale sia il mezzo.
Informazioni e Regolamento :www.vericampeggiatori.it
Scadenza 30 Giugno 2010

Concorso Fotografico: “Scrivia … lungo le sponde del mio torrente…”
La Società di Mutuo Soccorso di Castellar Ponzano organizza “Scrivia … lungo le sponde del mio torrente…”, seconda edizione del concorso a premi di fotografia naturalistica dedicato all’ambiente lungo tutto il corso del torrente Scrivia, dalla sorgente alla foce. Il concorso è riservato a fotografie di carattere naturalistico aventi per soggetto la flora, la fauna ed i paesaggi naturali dello Scrivia.
Informazioni e Regolamento :http://torrentescrivia.xoom.it
Scadenza 20 Giugno 2010

Concorso Fotografico: “Uno sguardo sul mondo”
L’associazione culturale FNAM – “Fondazione Nuove Arti & Multimedia” organizza attraverso lo spazio della Web Tv Mediahead.it, il primo concorso online riservato alle arti nuove ovvero cinema e fotografia.L’esposizione e la premiazione delle opere migliori avverrà all’interno della stessa manifestazione: il FNAM Festival – Edizione 2010 che si svolgerà nel mese di Aprile nella meravigliosa città di Montepulciano (Siena).
Info e Regolamento su: www.mediahead.it
Scadenza 15 Giugno 2010

Concorso Fotografico: “Flavio Cristini”
Il Comune di Valeggio sul Mincio, per ricordare il suo cittadino Flavio Cristini, grande appassionato di fotografia naturalistica e prematuramente scomparso nel 2001, intende rendergli omaggio con un concorso che si colleghi al suo lavoro fotografico per valorizzare e far conoscere la ricchezza naturalistica del
territorio del Comune e della zona in cui è collocato.
Info e Regolamento su: www.comune.valeggiosulmincio.vr.it
Scadenza 05 Giugno 2010

Concorso Fotografico: “Civitella”
Il Comune di Civitella Alfedena organizza il Primo Concorso Fotografico Nazionale Civitella all’interno della VI Rassegna Teatrale in dialetto e lingua “ste parole che vvajj racchiappenne. Il concorso prevede due temi: 1) Tema libero 2) Biodiversità
Info e Regolamento su: www.comune.civitellaalfedena.aq.it
Scadenza 30 Giugno 2010

Concorso Fotografico: “In Viaggio”
L’associazione “Cantieri Ideali”organizza il 2° concorso Fotografico “In Viaggio”. Il tema del concorso prende spunto dalla seguente frase:
“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi” Da Recherche di Marcel Proust
Info e Regolamento su: www.cantierideali.it
Scadenza 07 Giugno 2010

Concorso Fotografico: “VIALIBERA ”
L’ associazione Via Libera organizza il primo Concorso VIALIBERA sul tema “Il
viaggio”, riservato ai propri soci, articolato in due sezioni:
A) Fotografia e B) Racconto breve.Il viaggio inteso come esperienza di incontro ed interscambio culturale, come processo di scoperta di mondi lontani e vicini raccontati da un occhio o una penna sensibili all’emozione.
Info e Regolamento su: www.associazionevialibera.org
Scadenza 28 Giugno 2010

Concorso Fotografico: Fermati e … Scatta
Velocità e lentezza nel nostro tempo. La velocità delle mamme di oggi, divise tra famiglia e lavoro, la frenesia della città e della vita moderna, la lentezza riflessiva degli anziani, i ritmi scanditi della campagna, i momenti di pausa per quel che più ci piace… Una fotografia per catturare tutti i modi di concepire e vivere il tempo.
Informazioni e Regolamento www.fotoconc
orsocoop.it
Scadenza 15 Giugno 2010

Ali Shaw la ragazza dai piedi di vetro
Dietro ogni fotografia c’è una storia, un pensiero, o semplicemente il desiderio di catturare l’attimo. Midas Crook, il protagonista del romanzo, insegue le sue fotografie, le rincorre…Ti invitiamo ad immergerti in un mondo fatto di giochi di luce, di ombre e di sfumature, dove la magia appare quando meno te l’aspetti.
Informazioni e Regolamento www.laragazzadaipiedidivetro.it
Scadenza 30 Giugno 2010

Concorso Fotografico “Per le vie del borgo”.
Il Comune di San Sebastiano Curone (AL) organizza un concorso fotografico dal titolo “Per le vie del borgo”.
Informazioni e Regolamento www.vallicuronegrueossona.it
Scadenza 30 Giugno 2010

Concorso fotografico “UN FIUME DI SCATTI 2010″

Il concorso completa il quadro degli appuntamenti fotografici che nel tempo saranno oggetto di mostre e incontri tra artisti e fotografi per descrivere le quattro stagioni.Il tema è la “primavera” fresca, dolce, gentile e delicata che schiarisce le nubi invernali, che apparirà pian piano fino a vestirsi di colori.
Informazioni e Regolamento www.bludigitale.it
Scadenza 14 Giugno 2010

Seconda edizione del Premio Giovanni Tabò.
FotoLeggendo, con il sostegno delle Associazioni Culturali Officine otografiche e Controchiave, presenta la seconda edizione del Premio Giovanni Tabò.
Per partecipare alla selezione basta inviare all’Associazione Culturale Officine Fotografiche un lavoro tematico, in formato elettronico, costituito da un massimo di quindici immagini, strutturato come un portfolio e corredato da una documentazione sull’autore.
Informazioni e Regolamento www.fotoleggendo.it
Scadenza 12 Giugno 2010

Concorso Fotografico “ Le Valli dell’Alto Nera nel Parco dei Monti Sibillini “
L’Associazione “Amici del Parco Nazionale dei Monti Sibillini” bandisce il Concorso di Fotografia a tema:“ Le Valli dell’Alto Nera nel Parco dei Monti Sibillini “. Il concorso,è stato pensato per valorizzare il patrimonio storico, naturalistico e paesaggistico dell’Alto Nera, Patrocinato del Parco nazionale dei Monti Sibillini e il contributo della Comunità Montana di Camerino oltre che dei tre Comuni di Visso,Ussita e Castelsantangelo sul Nera.
Informazioni e Regolamento www.sibillini.net/
Scadenza 15 Giugno 2010

Concorso fotografico “Montecchio Maedievale”
Il Gruppo Storico-Culturale “Giulietta e Romeo” in collaborazione con il Comune di Montecchio Maggiore (VI), promuove la 4^ edizione del Concorso fotografico “Montecchio Medievale” anno 2010. Le fotografie dovranno essere eseguite durante gli appuntamenti della rievocazione storica “Montecchio Medievale – La Faida”, nei giorni 1 – 2 – 16 maggio 2010, nell’ area dei castelli scaligeri.
Informazioni e Regolamento www.faida.it
Scadenza 01 Giugno 2010

“Clikkiamo…un mondo di colori. Sguardi, sorrisi, gesti, espressioni, immagini”
Sulla scia del grande successo che ha caratterizzato le prime tre edizioni, la Fondazione Cesare Serono, da sempre impegnata nel sostegno alla ricerca scientifica in merito ad alcune importanti patologie, ha lanciato il quarto concorso fotografico “Clikkiamo…un mondo di colori. Sguardi, sorrisi, gesti, espressioni, immagini”, aperto a tutte le persone affette da Sclerosi Multipla, ai loro familiari ed amici, la cui partecipazione è assolutamente gratuita.
Informazioni e Regolamento www.clikkiamo.org
Scadenza 30 Giugno 2010

Concorso Fotografico “Lo Sport”

L’Avis di Monte San Vito (AN) Organizza un concorso fotografico per immagini digitali e digitalizzate sul tema “Lo Sport”.
Informazioni e Regolamento www.avismontesanvito.com
Scadenza 30 Giugno 2010

Concorso Fotografico “Intrecci di strade, incroci di vite”
L’Associazione giovani Mellow Mood indice la prima edizione del premio “Intrecci di strade, incroci di vite” finalizzato alla promozione e valorizzazione delle arti.Il tema del concorso è la Città. Non questa o quella…ma la Città con la moltitudine di vite che in essa gira. Città e vite in continuo divenire, che cercano di inseguire il futuro o inventarne uno nuovo, o dimenticate, che di quel futuro non faranno mai parte. [...]
Informazioni e Regolamento Bando di concorso >>
Scadenza 09 Giugno 2010

Concorso Fotografico CROCE BIANCAMILANO SEZ. CARUGATE
La Croce Bianca di Carugate organizza un Concorso Fotografico a tema libero suddiviso nelle sezioni: Bianco e Nero e Colore.
Informazioni e Regolamento www.crocebiancacarugate.org
Scadenza 20 Giugno 2010

Concorso Fotografico “Territori e Sensazioni”
L’associazione culturale “Notte Ravellese”, organizza un Concorso Fotografico Nazionale (annuale) dedicato a “George Eastman”, Tema del concorso è “Territori e Sensazioni”, tutte le fotografie presentate dovranno avere come soggetto esclusivo la Costiera Amalfitana e la Campania. Le opere devono richiamare emozioni, vita o ambienti della Costiera Amalfitana e della Campania.
Informazioni e Regolamento www.mycampania.com
Scadenza 20 Giugno 2010

Concorso Fotografico “L’uomo disegna il paesaggio”
Il concorso è finalizzato a selezionare 13 immagini fotografiche tematiche, riferite al territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, che verranno utilizzate per realizzare il calendario 2011 del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.Il tema prescelto per il calendario 2011 è “L’uomo disegna il paesaggio”.
Info e regolamento: www.sibillini.net
Scadenza 15 Giugno 2010

Concorso Fotografico “VOLTI DI SILEA”
Il Comune di Silea, nell’ambito delle proprie funzioni e attività a carattere promozionale poste in essere a tutela e valorizzazione del territorio, bandisce la terza edizione del concorso fotografico “Volti di Silea” 2010. Il concorso prevede 2 temi:1. Tema LIBERO;2. Il Tema obbligato “TERRE D’ACQUA”;ù
Info e regolamento: www.venetofotografia.it
Scadenza 13 Giugno 2010

Concorso Fotografico “Bisceglie in un click”

Si preannuncia ricco di novità e interessanti premi la sesta edizione del Concorso Fotografico “Bisceglie in un click”, appuntamento atteso della programmazione annuale dell’Associazione Pro Loco UNPLI di Bisceglie. Protagonisti degli scatti dovranno essere scorci suggestivi della città e momenti della tradizione popolare ma anche l’enogastronomia tipica del territorio.
Info e regolamento: www.prolocobisceglie.it
Scadenza 11 Giugno 2010

Concorso Fotografico “Bello…..Tutti i Giorni!”
L’associazione di promozione socio culturale ”LA DOMUS”, bandisce un concorso fotografico dal titolo: “Bello…..Tutti i Giorni!” incentrato sulle piccole
e grandi emozioni della nostra vita quotidiana.
nfo e regolamento: www.ladomus.it/BTIG2010
Scadenza 07 Giugno 2010

Concorso fotografico ObiettivoGiallo
L’assassino che torna sul luogo del delitto o il fotografo in cerca
d’informazioni.ObiettivoGiallo vuole offrire un’occasione agli appassionati del genere giallo e noir. ObiettivoGiallo vuole fare emergere quanto il punto di osservazione dell’occhio influisce sull’interpretazione del crimine.
Il dettaglio, il particolare, l’indizio. Significativo, irrilevante, fuorviante.
Informazioni e Regolamento www.mystfest.com
Scadenza 21 Giugno 2010

CONCORSO FOTOGRAFICO SOTTOPELLE MAGAZINE
Questo concorso di arte fotografica prende spunto da un testo di Tamara Turatti. Un concetto, un inizio, un percorso, una sfida, la nascita, la vita, il cambiamento. Il tema del concorso è “Vincere la forza di gravità”.
Informazioni e Regolamento www.sottopellemagazine.it
Scadenza 10 Giugno 2010

CONCORSO FOTOGRAFICO ” Fa la valigia e scatta”

“Fa la valigia e scatta” è il concorso fotografico indetto dall’Associazione Carta Giovani . Sei pronto per partire? Hai fatto la valigia con dentro tutte le cose indispensabili per la tua vacanza studio? Hai messo la guida Carta Giovani e la crema solare ma hai dimenticato le maschera e pinne e il dizionario d’inglese? Prima di chiuderla scatta una foto!
nformazioni e Regolamento www.cartagiovani.it/falavaligiaescatta
Scadenza 10 Giugno 2010

Concorso Fotografico: “Sapete come mi trattano?”
Storie di ordinaria discriminazione; sono le vicende quotidiane di molte persone con disabilità, di rado raccontate e divulgate dai mezzi di comunicazione.FISH ritiene sia arrivato il momento di abbattere questo “muro del silenzio”, per riportare finalmente in primo piano il racconto, i protagonisti e le storie che stanno dentro queste esperienze. In una forma efficace, comprensibile per tutti e per questo maggiormente comunicabile.
Informazioni e Regolamento :www.sapetecomemitrattano.it
Scadenza 21 Giugno 2010

Concorso Fotografico: “Scatta la Primavera e vinci il Pollino“.
Naturalmente Pollino in collaborazione con l‘Hotel Ristorante Sette e Mezzo di Castelluccio Superiore (Potenza), situato all’interno del Parco Nazionale del Pollino, presenta il 1° contest fotografico “Scatta la Primavera e vinci il Pollino“.
Informazioni e Regolamento :www.naturalmentepollino.it
Scadenza 10 Giugno 2010

3° Concorso Fotografico Nazionale Città di Mercogliano
L’Associazione Mercogliano Festival è lieta di comunicarLe la pubblicazione del Bando del 3° Concorso Fotografico Nazionale Città di Mercogliano.Il Concorso si rivolge a fotografi, fotoamatori e a chiunque voglia avvicinarsi all’arte della fotografia. Il tema del Concorso è la Musica e, in particolare, le emozioni che essa genera.
Informazioni e Regolamento :www.mercoglianomusicfestival.it
Scadenza 19 Giugno 2010

“Cuore di Sport”
Fidia farmaceutici Spa organizza e promuove, il concorso fotografico a premi “Cuore di Sport”. L’evento gode del patrocinio del Coni – Comitato Regionale Veneto, della Provincia e del Comune di Padova.Il tema è “il mondo dello Sport”. Esso potrà essere rappresentato con foto ritraenti qualsiasi contesto di carattere sportivo.L’iniziativa ha come finalità la promozione dei valori dello sport, interpretati attraverso questa particolare forma di espressione iconica.
Informazioni e Regolamento :www.cuoredisport.it
Scadenza 13 Giugno 2010

“Kantieri Sociali: ricerca e innovazione”
“La Mia periferia”
Il concorso fotografico promosso dall’associazione Kantieri Sociali nell’ambito del progetto “Kantieri Sociali: ricerca e innovazione” . TEMA DEL CONCORSO | L’opera fotografica deve essere una libera interpretazione del tema delle periferie, dei luoghi che sono al margine di un determinato contesto. Il focus quest’anno ricade sulle 167 leccesi A/B/C. L’interpretazione della periferia può anche essere personalizzata ed esposta in diverso modo.
Informazioni e Regolamento :http://kantierisociali.wordpress.com
Scadenza 04 Giugno 2010

Concorsi fotografici di Giugno 2010

Sulla fotografia!

Testi:

Testi sulla fotografia

COME CALCOLARE LA RISOLUZIONE
Abbiamo visto che un’immagine raster è composta da pixel, e che la quantità necessaria di pixel è influenzata dal rapporto tra dimensione finale dell’immagine, distanza di visione e tipologia di mezzo usato per la visualizzazione. Partiamo da quest’ultimo elemento, perché ci consente di fare subito un “distinguo” che ci faciliterà la comprensione successiva. Nominalmente, è stato determinato che per ottenere una stampa di buona qualità, da osservare ad una distanza normale di lettura (40/50 cm), sono necessari, circa, 300 punti per pollice. Il condizionamento dei valori espressi in “pollici”, invece che in centimetri, dovremo tenercelo per tutta la vita, perché i primi che hanno pensato di fare studi su questo tema usavano comunemente i valori espressi in pollici, e non in centimetri. Poco male, se ci teniamo in mente che 1” (pollice) è rappresentato da 2,54 cm. Questo significa, per essere molto pratici, com’è necessario quando ci si esprime con calcoli matematici a persone che di professione si occupano di immagine e di creatività, che:
una riga della lunghezza di 1” (2,54 cm) viene formata da 300 punti.
E che in un quadratino di 1×1 pollice (1” pollice quadrato) potremo contare:
300×300 punti = 90.000 punti.
Per fare un confronto con dimensioni più reali, più vicine alla realtà fotografica, tutti noi sappiamo che la più conosciuta tra le pellicole di grande formato è il 4×5 pollici, ovvero una dimensione in centimetri pari a 10,2×12,7 cm. Se dovessimo acquisire con uno scanner questa pellicola per poi riprodurla sulla stampa in formato 1:1 (senza alcun ingrandimento, come se la riproducessimo a “contatto”) alla risoluzione di 300 punti per pollice, dovremo fare questo calcolo:
4 pollici x 300 punti = 1200 punti

5 pollici x 300 punti = 1800 punti
Questo significa che l’area complessiva dei punti richiesti è di 1200×1800 = 2.160.000 punti/immagine Questi “punti” sono ovviamente dei “pixel”, i punti/immagine che se descritti con un campionamento “normale”, contengono 8 bit (o 1 byte) ciascuno (vedere sezione dedicata alla profondità dei bit).
Proseguendo il nostro calcolo (ma siamo quasi alla fine…), se i nostri 2.160.000 pixel sono formati ciascuno da 1 byte di informazione ciascuno, allora:
2.160.000 pixel = 2.160.000 byte
Abbiamo finalmente l’equivalenza tra numero di pixel e dimensione del file che otteniamo, che, se seguiamo le equivalenze sopra citate, scopriamo che:
2.160.000 byte: 1024 = 2110 Kb
se desideriamo infine avere il valore in Mb, ovvero nei termini più consueti, dovremo ulteriormente dividere questo valore per 1024, ottenendo:
2110: 1024 = circa 2 Mb.
Un’immagine stampata quindi a 300 punti per pollice, di dimensione pari a 4×5” (10,2×12,7 cm) occupa, all’incirca 2 Mb.
SCORCIATOIA: Se non siete appassionati della precisione assoluta di calcolo, e volete avere una valutazione obbiettiva, ma pratica, della dimensione, in Mb, di un’immagine digitale e ne conoscete il numero di pixel (per esempio, sapete che una fotocamera digitale usa un sensore da 6 milioni di pixel), potete tranquillamente, con un briciolo di approssimazione, valutare che: 1 milione di pixel = 1 Mb.
Come potete vedere dai calcoli sopra riportati, non è esattamente così, ma il risultato è simile e… si risparmia un sacco di tempo.
Attenzione: fino a questo momento, abbiamo parlato di immagini riprodotte con un’unica mappatura di pixel, anche definita ad 1 canale. Questo significa che, nella realtà, noi abbiamo riprodotto un’immagine solo considerando le componenti della densità (chiaro/scuro). Per dirla più banalmente, il calcolo che abbiamo sopra spiegato si riferisce ad un’immagine in bianco e nero. La risoluzione, così come l’abbiamo calcolata, si riferisce al parametro (300 punti) che è quello definito nominalmente per una stampa di qualità. Questo parametro cambia, però, se si usano le immagini per altre applicazioni.
Qui di seguito riportiamo alcuni valori (sempre nominali) di risoluzione per applicazioni specifiche:
Stampe d’arte 400
Stampa su periodici/rotocalchi 225
Stampa su quotidiano 90
Monitor 72
Cosa significa tutto questo? Che se dobbiamo usare le immagini per applicazioni che richiedono una risoluzione inferiore, possiamo acquisire un numero inferiore di pixel, oppure – a parità di numero di pixel – si potrà ottenere una riproduzione più grande rispetto a quelle che potremmo ottenere ad una risoluzione più alta. Non ci stuferemo mai di ricordare che MAGGIORE RISOLUZIONE nel digitale non significa disporre di MIGLIORE QUALITA’, ma di poter ottenere IMMAGINI PIU’ GRANDI, a parità di qualità finale.

fonte: “corso Kodak Professional Digital Store 2000″

Cos’è la risoluzione?

Dopo aver visto pubblicato sul National Geographic un servizio intero fatto da una turista in vacanza con scatti appena sufficienti ed un racconto ai confini del temino da quinta elementare, ho capito che siamo allo sfascio completo, non conta più nulla, non conta la pubblicazione come non conta la vittoria al concorso, chi ha occhi e discernimento guardi e giudichi, gli altri bevano quello che gli viene proposto.

Quando una testata nazionale pubblica un servizio di un turista perché gratis rispetto a quello nettamente migliore di un professionista ma che costa (poche) migliaia di euro, chiaro che la discriminante prezzo fa la qualità del servizio: quello gratis è migliore, anche se è una porcheria.
Se preferisci al lavaggio auto professionale da 15 euro, il ragazzino dei vicini che ti lava male la macchina gratis e ti riga anche una portiera, ma nonostante questo lo preferisci comunque perché è gratis e della riga non ti interessa nulla, di che qualità stiamo parlando?

Quello che sta accadendo nella fotografia è quello che sta accadendo in molti altri settori. Tanti anni fa c’era una contiguità tra mondo amatoriale e mondo professionale, il fotoamatore aveva preparazione, studiava, evolveva, non era qualitativamente distante dal medio professionista, e contemporaneamente il professionista lavorava con standard qualitativi piuttosto elevati. Con il tempo i professionisti si sono progressivamente divisi in due grandi categorie: quelli che lavorano ad altissimi livelli e quelli che hanno abbattuto costantemente la loro qualità di lavoro, diventando di fatto amatori a pagamento, ecco che molti amatori hanno quindi deciso di fare il salto e farsi pagare anche loro.

Anche solo cinque anni fa se parlavi tra fotoamatori di ghosting e di flare tutti sapevano di cosa si parlava, tutti sapevano riconoscere un fenomeno o un altro all’interno di uno scatto, tutti sapevano da cosa dipendeva e come rimediare in ripresa ai fenomeni. Oggi davanti ad uno scatto con un fenomeno di ghosting senti parlare di tutto, senti chiamare in causa qualsiasi fenomeno o difetto ottico pensabile e non pensabile, banalmente anche un fotoamatore che si ritiene evoluto oggi non distingue i principali fenomeni ottici e le principali aberrazioni delle lenti.
E con lui tutta la catena alle spalle della fotografia, quindi le riviste, quindi i giurati dei concorsi, quindi i fruitori delle immagini. L’ignoranza diffusa ha appiattito tutti i valori in campo, sta al singolo cercare la gratificazione ignorante oppure un risultato realmente significativo.

Purtroppo anche in fotografia vale la spettacolarizzazione, solo in questi pochi anni di forum ho visto nascere fenomeni fotografici dal nulla, gente alla prima compatta che per sei mesi ha impazzato su giornali e riviste del settore e non, come se fossimo davanti al nuovo Bresson o alla nuova Tina Modotti, per poi scomparire nuovamente nel nulla.

In tutto questo, come vedi, non c’entrano nulla macchine, ottiche e quant’altro. La ricerca di un risultato è prima di tutto una ricerca interiore e personale, al di là dei clamori dei concorsi e delle riviste, quelli si ottengono facilmente con due trucchetti, ma se vuoi davvero dire qualcosa ed imparare come farlo non ci vogliono sei mesi, ci vogliono anni di studio ed impegno, tutte cose alle quali non è più abituato nessuno.

Molti dicono che conta l’ottica in una compatta, diciamo che sia vero, tu sapresti distinguere un astigmatismo da una coma? Sapresti distinguere un’aberrazione cromatica dal purple fringing? Sai come si giudica un’ottica? come condurre un test con qualche vaga pretesa di attendibilità? conosci la teoria della messa a fuoco e dei piani nitidi? Ci sono aspetti complessi da valutare, come facciamo a valutarli senza una base di conoscenza comune?
Purtroppo oggi non accettiamo che non tutto è accessibile con facilità, alcune cose vanno studiate ed alcune conoscenze sono figlie di anni di studio ed esperienza, siccome non vogliamo accettarlo ci accontentiamo delle nozioni usa e getta di Wikipedia. Non è così che funziona, anche se ti pubblicano dieci fotografie.

Articolo di Attilio del forum di fotografare.com

Il futuro è nel Microstock?

Definizione di “Imaging”.
Definizione di Digital Imaging.
Perchè il digital imaging è così importante?
Digital Imaging in tutte le attività professionali.
DEFINIZIONE DI “IMAGING”
Il termine “imaging” è stato “inventato” qualche anno fa negli Stati Uniti, per definire al meglio l’evoluzione dei processi di produzione e riproduzione dell’immagine. Il suo significato è abbastanza profondo e comprenderlo a fondo consentirà di approfondire anche la sezione che interessa questo spazio, dedicata al digital imaging. Oggi in molti parlano di “imaging” pensando che, con questo termine, si identifichi inequivocabilmente un processo in qualche modo legato alla tecnologia digitale; nella realtà, l’imaging è svincolato dalla tecnologia specifica, ed identifica l’integrazione tra tutti gli elementi, prodotti, tecnologie e servizi che portano alla realizzazione di una comunicazione visiva. Il termine “imaging”, in definitiva, nasce per sopperire ai limiti che avevano ed hanno i termini settoriali legati all’immagine: “fotografia”, “informatica”, “grafica”, “sviluppo”, “stampa”, eccetera.
DEFINIZIONE DI “DIGITAL IMAGING”
La sezione della grande sfera dell’imaging che utilizza tecnologie digitali viene definita “digital imaging” ed è anche quell’area che sta subendo la maggiore evoluzione. Ormai ogni settore della produzione dell’immagine offre interpretazioni digitali: la fotografia, la grafica, il cinema, il fotolaboratorio, la stampa ad inchiostro, anche se non sempre il processo è tutto digitale.
PERCHÉ IL DIGITAL IMAGING È COSÌ IMPORTANTE?
La comunicazione visiva, di cui la fotografia fa ovviamente parte, diventa ogni giorno più digitale. Pur non sostituendosi completamente alle altre forme di comunicazione più “fisiche”, il digitale viene sempre più preferito perché offre l’eccezionale vantaggio di un costo molto basso di distribuzione, una flessibilità elevatissima nell’aggiornamento, un azzeramento delle distanze, la possibilità dell’ottimizzazione (trasmettere all’utente SOLO le informazioni che desidera ricevere), il quasi annullamento dell’inerzia tra quando l’informazione (o la comunicazione in senso più allargato) viene creata e quando viene fruita. La digitalizzazione è un processo che sta investendo moltissime aree economiche, e la sua penetrazione è tanto più profonda quando la conversione tra atomi (prodotto analogico) e bit (informazione digitale), è facilitata. L’informazione, nella sua globalità, è uno dei prodotti più facilmente digitalizzabili: una fotografia, un testo dattiloscritto, un video, un disegno possono anche nascere “fuori” da un computer, ma con poca “fatica” è possibile trasformali in dati digitali; al tempo stesso – e questo è il fattore ancora più importante – sempre più sono alla portata di tutti strumenti per la produzione diretta in digitale: poeti e maestri del giornalismo esclusi (e coloro che di questi maestri imitano solo gli atteggiamenti di rigidità, senza riuscire ad imitarli nella qualità dei prodotti che creano), tutti ormai producono testi con un computer, e quindi questi dati sono già in formato “digitale”; fotocamere e videocamere digitali sono sempre più alla portata delle tasche di tutti ed anche per il disegno è possibile usare con profitto opportuni software che generano illustrazioni paragonabili a quelle che potremmo realizzare su una tela, direttamente all’interno di un computer. A fronte di questo scenario, fusione della facilità della digitalizzazione delle informazioni e dell’immagine e la comparsa di strumenti per la creazione diretta di immagini in digitale, si può dire che il processo della digitalizzazione sia riscontrabile molto più nel campo della comunicazione visiva che non in altri ambiti, e che quindi i mercati che si alimentano di tale settore (l’editoria, la pubblicità, la televisione, il cinema, i giochi) hanno fatto negli ultimi due anni dei passi molto più consistenti verso l’uso di comunicazione digitale, preferendola agli strumenti più tradizionali. Tutti coloro che operano, in qualità di fotografi o di specialisti dell’immagine, debbono rispondere a queste esigenze del mercato fornendo alla clientela le strade più dirette verso il digitale, perché sempre più la competizione tra i media sarà relativa alla velocità nel fornire le informazioni, all’ottimizzazione dei costi, alla creazione di automatismi (data base dinamici, motori di ricerca, personalizzazione dell’informazione) che non possono essere rallentati da flussi di informazioni che giungono in formati non digitali.

da:”Corso Kodak Professional 2000″

Digital imaging: cos’è?